Balansa

Il suo nome è figlio di un’asina, non una qualunque ma colei che con i propri sforzi accompagnò l’avventura di Ernesto Che Guevara sulla Sierra Maestra cubana , proprio come quell’asina la manifestazione vuole essere un veicolo di idee e lo vuole fare da gregaria e non da protagonista.

L’evento  dedicato inizialmente alla letteratura, nasce con l’obiettivo di aprire uno spazio di discussione aperto a tutti, con la pretesa di combattere ,nel piccolo, uno dei drammi della nostra nazione “la non lettura”,nel 2016 circa 33 milioni di persone con più di sei anni non hanno letto nemmeno un libro nell’arco di un anno, ovvero il 57,6 per cento della popolazione.

La sua prima edizione è  stata una tre giorni, con primo ospite Erri De Luca con il suo libro “Se i delfini venissero in aiuto”,il tema discusso l’emigrazione.

 E’ seguito l’appuntamento dedicato alla lettura per adolescenti e bambini,a  dorso di un’asina l’associazione regala più di 300 libri per le strade della cittadina.

In fine la presentazione del libro “Lascia che il mare entri” di Barbara Balzerani.

Da quest’anno si “evolve” e guarda in più direzioni, vuole spaziare tra le mille idee ed arti umane: fotografia,fumettistica,illustrazioni,cinema e poesia.  Ogni  anno ci si interrogherà su una  tematica diversa .

In questa edizione la discussione si volgerà sul “Tempo”,il modo in cui lo si vive,lo si interpreta ,come lo si spende e la paura del suo passare.
         Prima edizione